Via Marcello Pucci 7, Milano 02. 3883 milano@cri.it

Notizie

Leggi le ultime news e gli aggiornamenti riguardanti la CRI Milano

Notizie

Leggi le ultime news e gli aggiornamenti riguardanti la CRI Milano

Visualizza articoli per tag: stramilano

Per il ventitreesimo anno consecutivo, la Croce Rossa di Milano garantirà il supporto sanitario e logistico alla Stramilano, la storica corsa milanese, giunta alla sua cinquantesima edizione. Quello di CRI Milano è un impegno volto alla sicurezza di migliaia di atleti e partecipanti, reso possibile grazie al dispiegamento di oltre 200 volontari e operatori dei comitati CRI della provincia milanese, del Corpo delle Infermiere Volontarie e del Corpo Militare Volontario, coordinati dal Comitato CRI di Milano.

Sul fronte dell'assistenza sanitaria, per assicurare un’assistenza puntuale e capillare, saranno impegnati 14 team sanitari appiedati e in bicicletta, 15 ambulanze, di cui due di soccorso avanzato, 1 ambulatorio mobile, 1 auto medica e 4 punti di primo intervento sanitario. Tutti gli equipaggi saranno dotati di defibrillatore in modo da poter intervenire tempestivamente in caso di malori gravi.

I punti di primo intervento sanitario, al cui interno saranno presenti medici, infermieri e soccorritori, saranno dislocati all'interno dell'Arena Civica, nel Villaggio degli Atleti, in Porta Vercellina e all'arrivo della mezza maratona. 

I soccorsi saranno coordinati dalla sala operativa nella sede della Croce Rossa di Milano di via Pucci 7, dove sarà presente anche personale di AREU per un miglior coordinamento col sistema 118.

Dal punto di vista logistico, sarà compito della Croce Rossa l'allestimento del Villaggio degli Atleti, in piazza del Cannone, all'interno di Parco Sempione. Il villaggio, dedicato ai corridori professionisti, avrà al suo interno un’ampia zona sarà adibita a deposito borse per i runner della mezza maratona. Non mancheranno gli spogliatoi, un punto sanitario e le tende massaggio per gli atleti al termine della gara.

In piazza Duomo invece, dall'11 al 18 marzo, sarà presente uno stand solidale presso il centro Stramilano, che quest'anno sarà posizionato di fronte al Duomo. Allo stand CRI sarà attivo un info point della campagna #esiaprevenzione, in collaborazione con la Società Italiana di Andrologia.
Grazie alla collaborazione con GetFIT, all'interno del centro Stramilano sarà possibile partecipare a un gioco a premi per vincere una prova gratuita in uno dei loro Club a scelta e sostenere al contempo le attività della Croce Rossa sul territorio milanese.

Infine, per celebrare la 50° edizione della Stramilano, la Croce Rossa di Milano sta formando una squadra di volontari runners che lungo il percorso porteranno simbolicamente l’emblema della Croce Rossa fino al traguardo.

Guarda la gallery

Pubblicato in News

Ancora una volta la Croce Rossa si è messa al servizio delle persone per garantire sicurezza e soccorso durante uno dei maggiori eventi del capoluogo lombardo: la Stramilano. Più di 55.000 partecipanti hanno preso parte alle due competizioni non agonistiche, la 10km e la 5km, mentre 6.000 sono stati gli atleti della mezza maratona di 21km. La manifestazione si è svolta in una giornata particolarmente soleggiata, in cui le temperature hanno raggiunto anche i 30° nelle ore più calde.

L'assistenza sanitaria dell'evento ha coinvolto oltre 200 volontari e operatori della Croce Rossa, dislocati su tutto il percorso di gara con 14 team sanitari a piedi e in bici, 15 ambulanze e 4 punti di primo intervento. In totale sono stati effettuati 122 interventi sanitari nel corso della giornata. 

Nei punti di primo intervento sanitario, allestiti nell'Arena Civica, in Porta Vercellina, all'arrivo della 21Km e in piazza Castello, sono stati soccorsi 66 atleti, di cui sei trasportati in Pronto Soccorso a causa delle loro condizioni di salute. Le ospedalizzazioni totali sono state 13 (sia dai punti di primo intervento che dalle ambulanze dislocate sul percorso), tra cui si segnalano un codice rosso e diversi codici gialli

Lungo il percorso sono stati effettuati 56 interventi, la maggior parte di piccola entità, come cadute, strappi muscolari e distorsioni, e pertanto non trattati dai punti di primo intervento. 

Le patologie riscontrate più frequentemente sono quelle comuni di questo tipo di eventi: per i codici gailli, ipotensione marcata, disidratazione sintomatica, alterazione della coscienza e toracoalgia, mentre nelle casistiche meno gravi, rientrano lipotimie (svenimenti), astenia, crampi ed esaurimento muscolare. La grande esperienza maturata negli anni dalla Croce Rossa nella gestione dei grandi eventi, ha permesso di rispondere a tutti questi casi in maniera tempestiva ed efficace, garantendo l'ospedalizzazione immediata dei casi gravi.

Per garantire una macchina dei soccorsi così estesa, nonché assicurare il supporto logistico all'evento attraverso il montaggio e la gestione del Villaggio degli Atleti, la Croce Rossa di Milano ha potuto fare affidamento sui volontari di tanti altri Comitati CRI del territorio (Alte Groane, Area Sud Milanese, Brugherio, Groane, Lainate, Paderno, Pieve Emanuele, San Donato Milanese, Settimo Milanese, Sondrio, Varedo, Varese), del Corpo delle Infermiere Volontarie e del Corpo Militare Volontario, che si sono messi a disposizione con persone, mezzi e strutture.

A tutti loro vanno i ringraziamenti della città, degli organizzatori e del Comitato CRI di Milano. In particolare, l'Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano, Martina Riva, ha voluto ringraziare tutti gli operatori e volontari della Croce Rossa per l'ottimo lavoro, la professionalità e lo spirito di servizio dimostrato nel corso dell'intera giornata. Tanti i ringraziamenti anche da parte dei partecipanti all'evento, come nel caso di un medico-runner, impegnato nella 21Km, che a fine giornata ha inviato questo messaggio allo staff che lo ha assistito in un momento di difficoltà "Vi invio solo poche righe per congratularmi con il personale dell'ambulanza e del punto di soccorso di Lanza che ieri ho avuto la 'sfortuna' di incontrare per un colpo di calore durante la Stramilano. Ho trovato personale capace di lavorare sotto grande pressione e con grande cortesia; da Collega sono rimasto molto impressionato e tenevo a far giungere il mio ringraziamento formale".

Guarda la gallery fotografica di Stramilano 2022

Pubblicato in News
Sabato, 30 Marzo 2019 12:06

Stramilano 2019, i numeri degli interventi

Una moltitudine di runner ha invaso Milano domenica 24 marzo per la Stramilano, la gara podistica più famosa della città. Sessantamila partecipanti hanno preso parte alle due competizioni non agonistiche, la 10km e la 5km, e più di 7500 atleti, giunti anche dall’estero, hanno disputato la mezza maratona di 21km.

Sono 21 anche gli anni nel corso dei quali la Croce Rossa ha garantito assistenza sanitaria all’evento. Un compito delicato, che ingaggia per ogni competizione più di 250 volontari e operatori. A complicare lo scenario è spesso il meteo, che in questa edizione ha regalato alla competizione una giornata di sole con temperature piuttosto alte per la stagione, rendendo la corsa faticosa e favorendo l’insorgenza di malori.

In totale, nei 4 punti di primo intervento sanitario allestiti dalla Croce Rossa, sono stati trattati 55 malori dovuti principalmente alle difficili condizioni climatiche della corsa, e 31 traumi, tra cadute, strappi muscolari e distorsioni. Per garantire un pronto intervento in ogni punto del percorso sono state impiegate 11 squadre appiedate e 9 di ciclo soccorso, equipaggi dotati di bici in grado di seguire i corridori per tutto il tracciato di gara.

In caso di interventi complessi la Centrale Operativa CRI ha garantito il dialogo con AREU e coordinato l’ospedalizzazione dei casi più gravi. In totale gli operatori della Centrale, interfacciandosi con il personale sul posto, hanno gestito 12 codici verdi e 6 codici gialli. Non è mancato poi un codice rosso, fortunatamente a lieto fine.

Poco dopo mezzogiorno un atleta di circa cinquant’anni ha accusato un forte malore accasciandosi a terra. A soccorrerlo sono stati altre tre corridori, tra cui un medico e un’infermiera, che hanno immediatamente iniziato il massaggio cardiaco. Dopo pochi minuti è intervenuto un equipaggio della Croce Rossa dotato di defibrillatore, in dotazione a tutte le squadre sanitarie, ed è giunta sul posto un’automedica. La tempestiva corsa in ospedale ha garantito alla vicenda un esito positivo.

Fattori determinante in questi casi, purtroppo non rari nel caso di gare impegnative come questa, sono stati sicuramente la grande esperienza maturata in tutti gli anni di assistenza sanitaria alla Stramilano nonché l’attenta preparazione del personale soccorritore CRI.

Pubblicato in News

Per il ventunesimo anno consecutivo la Croce Rossa si occuperà del supporto sanitario e logistico alla Stramilano, l’evento sportivo più atteso dell’anno, giunto alla 48° edizione. Il 24 marzo l’appuntamento è come sempre in piazza Duomo, dove i volontari formeranno il cordone di contenimento sulla linea dello start per la 10km e la 5km. In piazza Castello, invece, partirà la mezza maratona dedicata ai professionisti.

Per assicurare un’assistenza puntuale e capillare saranno impegnati oltre 250 volontari, con 11 team sanitari appiedati, 9 squadre di soccorritori in bicicletta, 14 ambulanze, di cui due di soccorso avanzato, 1 ambulatorio mobile e 4 punti di primo intervento sanitario. Tutti gli equipaggi saranno dotati di defibrillatore in modo da poter intervenire tempestivamente in caso di malori.

I soccorsi saranno coordinati dalla centrale operativa nella sede della Croce Rossa di Milano, dove sarà presente personale di AREU. Sul campo, invece, sarà dislocata la nuova centrale operativa mobile, un mezzo all’avanguardia progettato per la gestione delle operazioni durante grandi eventi ed emergenze. Grazie a un sistema complesso di telecomunicazioni, tutti gli spostamenti degli operatori in servizio verranno tracciati con sistema GPS mentre le comunicazioni viaggeranno su canali radio dedicati. Dalla sede CRI di via Pucci sarà inoltre possibile monitorare la situazione in piazza Castello grazie a un collegamento video in streaming, reso possibile da telecamere installate sulla torre faro integrata nella centrale operativa mobile.

Il Villaggio degli Atleti, dedicato ai corridori professionisti e interamente allestito dalla Croce Rossa nei due giorni precedenti l'evento, sarà dislocato anche quest’anno in piazza Castello. Al suo interno un’ampia zona sarà adibita a deposito borse per i runner della mezza maratona. Non mancheranno gli spogliatoi, un punto sanitario e le tende massaggio per gli atleti al termine della gara.

All’interno dell’Arena inoltre, come di rito, è prevista la consegna del Premio speciale MF35 in memoria di Michela Rossi, atleta aquilana deceduta nel sisma del 2009, quest’anno al suo decennale, il giorno dopo aver partecipato alla corsa di quell’anno. Il riconoscimento verrà assegnato alla prima atleta femminile trentacinquenne che taglierà il traguardo all’Arena.

Infine, la Croce Rossa di Milano è presente con uno stand anche presso il Centro Stramilano in piazza Duomo nella settimana precedente l’evento. Al suo interno è possibile trovare una selezione di gadget e regali solidali per sostenere le attività in favore dei più vulnerabili.

 

Pubblicato in News

Dal 1998 la Croce Rossa garantisce il supporto alla Stramilano, la tradizionale corsa cittadina giunta alla 47° edizione e in programma domenica 25 marzo. I volontari della Croce Rossa di Milano, della provincia e della regione, garantiranno la sicurezza e il supporto ai partecipanti durante tutte le fasi della gara, con un imponente dispiegamento di personale e mezzi.

Molte le attività previste, affidate a oltre 300 volontari, e altrettanto numerosi i punti della città in cui la Croce Rossa sarà presente, a partire da Piazza Duomo. Come di consueto sulla linea dello start i volontari creeranno un cordone per contenere il corteo di runners, pronto a partire alle 9.00 in punto per la corsa di 10 km, la più affollata delle tre competizioni previste (5, 10 e 21km, per i professionisti).

Sin dalle prime ore della mattina, in Duomo e nelle zone limitrofe verranno disposte una parte delle 12 ambulanze che assicureranno il tempestivo soccorso alle linee di partenza e lungo il percorso di gara. Saranno inoltre presenti 10 squadre di ciclosoccorso e 10 appiedate, dotate di defibrillatore.

Il soccorso sarà attivo anche in piazza Castello, da dove alle 10.30 parte la mezza maratona, competizione riservata a corridori professionisti e semi-professionisti, e all’Arena Civica, dove si taglia il traguardo della corsa di 5 e 10 Km. Qui saranno a disposizione due punti medici di primo intervento sanitario, ambulanze, un centro mobile di rianimazione, un’auto medica e squadre di soccorso appiedate.

Sempre in piazza Castello la Croce Rossa offrirà assistenza nel vasto “Villaggio degli atleti”, che in passato era posizionato nel Parco Sempione, in prossimità dell’Arena Civica, e che quest’anno cambia location. Il villaggio è interamente montato e gestito dagli operatori CRI, e provvede a una serie di servizi destinati agli atleti. Tra questi c’è il deposito borse, con 18 punti di consegna, la mensa, che distribuirà circa 2000 pasti grazie a 3 cucine mobili, le tende spogliatoio e due aree massaggi, dove i corridori potranno sciogliere i muscoli a fine competizione.

Il coordinamento dei soccorsi e della logistica è affidato a una centrale operativa mobile e alla centrale operativa della Croce Rossa di Milano, entrambe fornite di moderni apparati radio e di attrezzature per il monitoraggio tramite GPS di ogni equipaggio e mezzo impegnati nell’assistenza dell’evento.

Infine, la Croce Rossa di Milano è presente con uno stand anche presso il Centro Stramilano in piazza Duomo, dove è possibile trovare una selezione di gadget e regali solidali per sostenere le attività in favore dei più vulnerabili.

 

Le foto della Stramilano 2017

IMG 7414
 MG 6313
 MG 6297
 MG 6396
IMG 7552
IMG 7907
IMG 7928
IMG 9051 2
 MG 6494
 MG 6985
 MG 6824
 MG 7082

Pubblicato in News

È stato inaugurato questa mattina, alla presenza di Roberta Guaineri, Assessore Turismo, Sport e Qualità della vita del Comune di Milano, il Centro Stramilano: la grande tensostruttura in piazza Duomo che è il cuore della manifestazione podistica più famosa d’Italia.

Presso il Centro, infatti, è possibile iscriversi alle tre corse (10km, 5km e half marathon) e ritirare la sacca di iscrizione, ma anche scoprire il mondo del running e incontrare atleti, tecnici e campioni.

Tra i vari stand allestiti, come ogni anno, è presente anche quello della Croce Rossa di Milano, che dal 1998 collabora attivamente all’organizzazione dell’evento fornendo assistenza sanitaria e logistica, garantendo i servizi di ristorazione e supporto ai partecipanti e mettendo a disposizione oltre 400 volontari, provenienti anche da provincia e regione.

Presso il nostro stand solidale è possibile trovare una vasta gamma di gadget e regali solidali: kit di primo soccorso, pubblicazioni, bandane e, in più, mini colombe e uova di Pasqua della Croce Rossa Italiana. Inoltre, chi decide di donare 2 euro tramite il totem delle donazioni, potrà partecipare a un gioco nello stand di GetFIT, il network di palestre milanesi, e vincere fantastici premi.

Il ricavato sarà interamente impiegato nelle attività sociali sul territorio di Milano, a sostegno delle persone in difficoltà.

Il Centro Stramilano è aperto dal 17 al 24 marzo, dalle 10 alle 20. Il 25 marzo, giorno della Stramilano, dalle 7 alle 13.

Pubblicato in News
Venerdì, 17 Marzo 2017 13:50

Stramilano 2017: ecco dove puoi trovarci

La Croce Rossa rinnova il suo impegno per la 46° edizione della Stramilano, manifestazione sportiva prevista per domenica 19 marzo, con un dispiegamento di mezzi e risorse notevole, che mira a far fronte alla richiesta di sicurezza e supporto ai partecipanti durante tutte le fasi della gara.

Come ogni anno, sono molte le attività previste, affidate a circa 300 volontari, e altrettanto numerosi i punti della città in cui la Croce Rossa sarà presente, a partire da Piazza Duomo.

Sulla linea dello start, un lungo schieramento di volontari servirà a contenere l’interminabile corteo di runners, pronto a dileguarsi alle ore 9.00 in punto, appena il tradizionale colpo di cannone segnalerà l’inizio della corsa di 10 km, la più affollata delle tre competizioni.

Sin dalle prime ore della mattina, in Duomo e nelle zone limitrofe verranno disposte tre delle 10 ambulanze che assicurano soccorso tempestivo alle linee di partenza e lungo il percorso di gara. 9 pattuglie di ciclosoccorso e 6 squadre appiedate, dotate di defibrillatore, permetteranno di non lasciare mai soli i corridori e di intervenire in modo rapido ed efficace anche nelle zone più gremite di gente.

Il soccorso sarà attivo anche in Piazza Castello, da dove alle 11.00 parte la mezza maratona, e all’Arena Civica, dove si taglia il traguardo e avvengono le premiazioni. Qui saranno a disposizione un punto medico di primo intervento sanitario, da sempre un riferimento all’interno dell’Arena, e ancora un’ambulanza, un centro mobile di rianimazione e squadre appiedate.

A pochi metri, sempre nel Parco Sempione, la Croce Rossa offrirà assistenza nel vasto Villaggio degli atleti, dedicato in particolare ai maratoneti. È un luogo multifunzionale, con una serie di servizi che vanno dal deposito borse, con 18 punti di consegna, alla mensa, che distribuirà circa 2000 pasti. Non mancheranno le tende spogliatoio e due aree massaggi, dove i corridori potranno sciogliere i muscoli a fine competizione. Un’ambulanza e un secondo punto medico di primo intervento (il terzo si trova in Porta Vercellina) chiudono il quadro dei soccorsi, coordinati da una centrale operativa mobile e forniti di radio con sistema GPS per la localizzazione.

Come di rito, anche per questa edizione, è prevista la consegna del Premio speciale MF35 in memoria di Michela Rossi, atleta aquilana deceduta nel sisma del 2009, il giorno dopo aver partecipato alla corsa di quell’anno. Il riconoscimento verrà assegnato alla prima atleta femminile trentacinquenne che taglierà il traguardo all’Arena.

Pubblicato in News

Domenica 20 marzo si corre la Stramilano 2016, la corsa non competitiva più longeva e famosa d’Italia, presentata questa mattina in conferenza stampa a Palazzo Marino.

Giunta ormai alla 45° edizione, si svilupperà in tre grandi eventi, che radunano ogni anno un altissimo numero di partecipanti: Stramilano 10 Km, Stramilanina 5 Km e Stramilano Half Marathon.

Ad assicurare il successo della manifestazione sarà, come sempre, il Comitato Organizzatore, che opera con il patrocinio di Regione Lombardia, Comune di Milano, Provincia di Milano, della IAAF, della Fidal e del CONI.

Milano capitale del running, dunque. Ne è certa l'assessore allo Sport e al Benessere del Comune di Milano, Chiara Bisconti: "Abbiamo lavorato per rendere la città 'corribile', se così si può dire, con piccole e grandi corse, corse al mattino e alla sera, ed eventi ricorrenti che si ripropongono ogni anno. Lo possiamo dire, si corre tutti i giorni, nei parchi e nelle strade, e tutti i weekend, dalla Stramilano fino alla stagione invernale. A Milano è bello correre".

E a sottolineare quanto la manifestazione sia da tempo un simbolo del capoluogo lombardo, l'assessore al Reddito di autonomia e Inclusione sociale della Regione Lombardia, Giulio Gallera, ha definito la Stramilano  “come la Scala e come San Siro. È forse la più bella festa di popolo, che permette di apprezzare la città da un altro punto di vista".

Per illustrare l’impegno della Croce Rossa a favore del benessere e della sicurezza dei partecipanti è intervenuto Massimo Boncristiano, su delega del presidente del Comitato di Milano Antonio Arosio: “Saranno moltissimi i volontari alla linea di partenza in piazza Duomo e oltre 100 gli operatori impegnati, da sabato 19 marzo, nella “costruzione” di un intero villaggio presso l’Arena, dedicato agli atleti dell'agonistica, provvisto di mensa, cucina, che preparerà migliaia di pasti, 16 bags point per la custodia delle borse e tende destinate alla masso-fisioterapia”.

Anche quest’anno la Croce Rossa sarà impegnata nel garantire soccorso sanitario tempestivo in caso di necessità;, con oltre 80 tra medici, personale infermieristico e soccorritori. “Le ambulanze, dotate di defibrillatori automatici, copriranno l’intero percorso, mentre le squadre di ciclosoccorso e quelle appiedate potranno raggiungere con rapidità le zone più affollate. Tutte le squadre sono dotate di radio con sistema GPS per la localizzazione su sistema cartografico. I Posti medici avanzati e il Centro medico di rianimazione completano il nostro piano sanitario. Inoltre, anche quest'anno, i nostri atleti correranno la 10 km e qualcuno si cimenterà nella mezza maratona”.

A dare il via alla gara saranno, come da tradizione, i due colpi di cannone del Reggimento di Artiglieria a cavallo “Voloire” e le trombe della Fanfara dei Bersaglieri.

Alle ore 9.00, per primi, partiranno i partecipanti della Stramilano, la non competitiva dove corridori di ogni età e livello percorreranno 10 km attraversando il cuore della città. Alle 9.30 partirà la Stramilanina di 5 km, dedicata ai più piccoli, e alle 11.00 in piazza Castello, sarà la volta della Stramilano Half Marathon. Anche i runner della Croce Rossa, promotori del progetto #CRIinFORMA, saranno alla linea di partenza della 10 km e, per la prima volta, della mezza maratona.

L’arrivo è fissato all’Arena Civica, storico tempio cittadino dello sport, dove tutti potranno riprendersi dalle fatiche della corsa e godere di momenti di relax, divertimento e ristoro prima della cerimonia di premiazione.

Come nelle ultime edizioni, anche per la Stramilano 2016 è prevista la consegna del premio speciale Croce Rossa MF35 in memoria di Michela Rossi, atleta de L'Aquila deceduta a 37 anni nel terremoto del 6 aprile 2009, il giorno dopo aver corso l’edizione di quell’anno. Il riconoscimento verrà assegnato alla prima atleta femminile 35enne che taglierà il traguardo all'Arena.

 

Per saperne di più:

www.facebook.com/Stramilano

www.stramilano.it

 

 

Pubblicato in News

Fai la tua parte!

La nostra missione è portare aiuto e assistenza ovunque ce ne sia bisogno. Dai un sostegno concreto alle nostre attività e cambia la vita di una persona. 

Senza dimora

Porta assistenza a una persona senza dimora in strada

Soccorso

Supporta i soccorritori sulle ambulanze

Sociale

Consegna un pacco viveri a una famiglia in difficoltà

Emergenze

Porta soccorso in caso di calamità e disastri