Mercoledì, 14 Aprile 2021 17:13

Al via nella stazione di Milano Centrale i tamponi rapidi gratuiti per tutti

Test sempre più capillari e accessibili. Senza alcun costo, limite di età o prescrizione medica chiunque potrà sottoporsi al tampone antigenico rapido nella tensostruttura allestita dalla Croce Rossa presso la Stazione Centrale. Il servizio è attivo dalle 8 alle 20 (ultima accettazione ore 19:00), tutti i giorni. Grazie al Gruppo FS che ha messo gli spazi a disposizione della CRI, si parte con le postazioni presso Roma Termini e Milano Centrale per poi nel mese di maggio estendere gli screening nelle stazioni ferroviarie di altre nove città (Bari, Bologna, Cagliari, Firenze SMN, Napoli Centrale, Palermo, Reggio Calabria, Torino PN e Venezia Santa Lucia). L’iniziativa, resa possibile grazie al finanziamento della Commissione Europea, consente a pieno regime di effettuare fino a 3 mila test antigenici al giorno su tutto il territorio nazionale.

Il 16 aprile inoltre prenderanno il via anche i primi treni ‘Covid-tested’. Il personale e i passeggeri di due Frecciarossa (Roma Termini – Milano Centrale delle 8.50 e Milano Centrale -Roma Termini delle 18.00) potranno ogni giorno effettuare il test rapido gratuitamente prima della partenza del treno.

“Sin dall’inizio della pandemia – sottolinea Francesco Rocca, Presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC) – la Croce Rossa a livello globale, grazie ai suoi milioni di volontari, ha messo in campo un’attività straordinaria e senza sosta per contrastare il virus e per fornire risposte a tutte le conseguenti vulnerabilità. In Italia, poi, i numeri dell’impegno della CRI sono impressionanti e le attività a 360 gradi: dal trasporto dei malati alle attività domiciliari ai tempi del lockdown, dal sostegno socio-economico e psicologico, alla gestione dei grandi hub vaccinali. Adesso questo nuovo strumento dei tamponi rapidi gratuiti nelle stazioni, possibili in Italia grazie alla collaborazione del Gruppo FS, consentirà una mappatura ancor più efficace del virus e garantirà maggior sicurezza per tutti i viaggiatori. Vogliamo tornare alla normalità, riprendere in mano la nostra vita e ripartire, in tutti i sensi. Questo il nostro impegno da oltre un anno e che non si arresterà mai”. 

Il progetto ha come obiettivo quello di rafforzare le capacità dei Paesi Europei di tracciare il Covid-19 attraverso l’incremento del numero di tamponi rapidi effettuati gratuitamente. I costi sono sostenuti dalla Croce Rossa Italiana grazie al contributo della Commissione Europea (Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare) che ha destinato 35,5 milioni di euro alle attività di screening in sette Paesi europei (Austria, Germania, Grecia, Italia, Malta, Portogallo e Spagna) effettuate dalle rispettive Società Nazionali della Croce Rossa.