Giovedì, 14 Gennaio 2021 15:19

Un aiuto per la prima infanzia insieme alla Fondazione Don Gino Rigoldi

La pandemia continua ad avere un grande impatto sulle nuove povertà, facendo aumentare drasticamente le richieste di aiuti alimentari da parte di famiglie in difficoltà economica. Tra queste, quelle con figli piccoli sono le più penalizzate, avendo bisogno di maggior supporto e prodotti specifici di prima necessità e alimenti per i più piccoli.

La Croce Rossa di Milano fornisce un supporto a nuclei familiari in difficoltà sia tramite la distribuzione diretta di pacchi viveri e beni per l’infanzia, sia garantendo la logistica necessaria ad altre associazioni impegnate nel contrasto alla povertà. In questo contesto, per potenziare ulteriormente l’attività di supporto all’infanzia, nasce la collaborazione con la Fondazione Don Gino Rigoldi volta al sostegno di 40 famiglie con figli di età inferiore a tre anni, in condizione di fragilità.

In particolare, verranno distribuiti articoli per la prima infanzia, quali pannolini, latte in polvere, prodotti per l'igiene, generi alimentari specifici per la fascia d'età, con l'attenzione ad una corretta e sana alimentazione nei primi anni di vita. Per ogni famiglia sarà inoltre definito un progetto personalizzato di accompagnamento per un arco temporale di sei mesi, periodo minimo necessario affinché l'aiuto fornito risulti realmente efficace. I beneficiari sono stati individuati dalla Croce Rossa di Milano sulle base delle richieste d’aiuto pervenute durante i mesi della pandemia.

“L’azione congiunta con la Fondazione di Don Gino non solo ci permetterà di incrementare la nostra azione a tutela delle famiglie più fragili della città - dice Luigi Maraghini Garrone, Presidente della Croce Rossa di Milano - ma riconferma l’importanza del lavoro in rete: solo creando ‘sinergie umanitarie’ riusciremo a superare questo momento di grande difficoltà, senza lasciare nessuno indietro.”

Un team di volontari della Croce Rossa, adeguatamente formati, seguirà individualmente e personalmente l'evolvere delle necessità e dei bisogni delle persone assistite, fornendo al contempo un punto di riferimento nel superamento della situazione di difficoltà.