Venerdì, 06 Luglio 2018 19:19

Fermiamo l'emorragia di umanità!

La Croce Rossa di Milano aderisce e sostiene l’iniziativa “Una #magliettarossa per #fermarelemorragia di umanità” promossa da Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie per il 7 luglio.

Come operatori umanitari indosseremo domani la nostra maglietta rossa per sottolineare la deriva dei valori umanitari cui stiamo assistendo da molti anni.

"La storia della nostra Organizzazione e i Principi che ogni giorno a Milano guidano il nostro operato in ambito umanitario ci obbligano a supportare e ad accogliere tutte le persone in condizione di bisogno, senza distinzione e discriminazione di alcun tipo. Lo facciamo da 154 anni e non smetteremo oggi", ha detto Luigi Maraghini Garrone, presidente della Croce Rossa di Milano.

Non possiamo accettare che le persone muoiano in mare senza intervenire.

Non possiamo accettare che le persone siano discriminate nelle nostre città per il colore della loro pelle o la loro condizione sociale.

Non possiamo accettare che l’aiuto umanitario sia condizionato da un principio di legalità.

Non possiamo essere osservatori passivi di fronte al rischio di un futuro di esclusione, marginalità.

Non possiamo assistere all’insorgere di un conflitto sociale tra vulnerabili: conflitto cui già assistiamo, con forte preoccupazione, nel nostro operato quotidiano a fianco delle persone nella città di Milano.

L’Europa è responsabile del rispetto dei Diritti fondamentali dell’Uomo, volti ad assicurare l’integrità e la dignità di ogni persona.

Pubblicato in News

 

T-6abb6e144137d98c779637c011907a7e-353x265A seguito degli ultimi naufragi avvenuti nei giorni scorsi al largo delle coste libiche, la Croce Rossa Italiana ricorda il servizio RFL (restoring family links) attivo per tutte le famiglie che hanno perso i contatti con i propri cari e che temono possano essere rimasti vittime in uno dei due incidenti. Tale servizio è attivo in 190 paesi e gli indirizzi si trovano sul sito dedicato del Comitato Internazionale di Croce Rossa: 

http://familylinks.icrc.org/en/Pages/home.aspx


I familiari che si trovano all'estero devono rivolgersi necessariamente al servizio nel paese nel quale si trovano. Quelli  che risiedono in Italia possono rivolgersi al Servizio Ricerche, RFL e Protezione di Croce Rossa Italiana all’indirizzo tracing@cri.it.
Il numero 02 33129335, disponibile dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 17:00, serve unicamente per informare i familiari sul funzionamento del servizio. Nessuna informazione personale può essere fornita al telefono.


La Croce Rossa Italiana informa che sono in corso in queste ore e in più porti italiani diversi sbarchi di persone sopravvissute agli ultimi due naufragi. Sarà dunque necessario attendere che le operazioni siano portate a termine prima che i superstiti abbiano la possibilità di contattare le proprie famiglie. Così come sarà necessario aspettare alcuni giorni prima che venga definito il numero esatto dei superstiti e delle vittime. 

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Further to the last shipwrecks off the Lybian coast, the Italian Red Cross reminds its RFL (restoring family link) service activated for all families that lost contact with their beloved ones and fear that they might be among the victims of those accidents in Italy. This service is active in 190 countries and the addresses may be found on the dedicated website of the International Committee of the Red Cross: http://familylinks.icrc.org/en/Pages/home.aspx.

 

Family members living abroad have to contact the Tracing office where they live. Those, who live in Italy, can approach the Tracing, RFL and Protection Service of the Italian Red Cross through the address tracing@cri.it. The number 02 3312 9335 is available from Monday to Friday from 9:00 to 17:00 for the sole purpose of informing the families about the functioning of the service – it is not possible for us to provide information on single individuals on the phone.
 

With reference to the last two shipwrecks, we would like to inform you that the survivors are landing in these hours in the harbors of our country. It will be necessary to wait for the rescue and landing operations to be over before the survivors may have the possibility to contact their families. A few days are also necessary before the exact number of victims and survivors can be defined.

Pubblicato in News

 

IMG-20160218-WA0008Sono stati consegnati questa mattina presso il Centro Nazionale di Formazione CRI di Bresso (Mi) gli elettrodomestici professionali di Whirpool Corporation donati grazie al progetto White goods for Red Cross, ideato al fine di offrire un aiuto concreto per l’accoglienza ai migranti in Italia e in Europa. 

 

L’iniziativa, conseguente a un protocollo di intesa siglato alla fine di gennaio da Whirlpool Corporation e dalla Croce Rossa Italiana, prevede che il Gruppo attrezzi, in maniera completa e professionale, i centri di accoglienza CRI di Roma, Bresso e Ventimiglia. Successivamente Whirlpool donerà altri elettrodomestici, selezionati in base alle specifiche necessità, a 38 centri gestiti dalla Croce Rossa e dislocati sull’intero territorio nazionale.

 

“Sono tante le difficoltà che si incontrano quotidianamente nella gestione di un centro di accoglienza vasto come quello di Bresso”, ha dichiarato il presidente del Comitato di Milano della Croce Rossa Italiana Antonio Arosio. “Poterle affrontare con l’aiuto concreto di realtà come Whirlpool aumenta la nostra capacità di far fronte a questa enorme crisi umanitaria. Assistere migliaia di persone, residenti o in transito, garantire buone condizioni di vita, offrire oltre 1000 pasti al giorno, con tutto ciò che comporta in termini di logistica e gestione delle materie prime, è un impegno considerevole. Noi ci mettiamo grande esperienza, acquisita sul campo in anni di attività nel settore emergenze. Ma poter contare su attrezzature di qualità è l’elemento che fa la differenza”.

 

IMG-20160218-WA0020 (2)“Sono personalmente orgoglioso della collaborazione nata con la Croce Rossa Italiana, assolutamente in linea con la nostra tradizione di prenderci cura delle persone e delle comunità laddove siamo presenti” – ha dichiarato Alessandro Magnoni, Senior Director EMEA Communication and Government Relations – “White goods for Red Cross è nato per offrire un aiuto concreto all’emergenza umanitaria dei migranti che ha investito negli ultimi mesi l’Italia e l’Europa.”

 

Nel 2015 la Croce Rossa ha accolto all’approdo oltre 143.000 migranti, garantendo la presenza di 2.700 volontari. Anche in questo inizio 2016 gli sbarchi non si fermano, contando già più di 6.000 arrivi da Gambia, Senegal, Guinea, Mali e Marocco. 

La stessa assistenza qualificata viene offerta da operatori e volontari CRI anche nei 70 centri dislocati in tutta Italia, che ospitano quasi 4.000 persone. Tra questi c’è il Centro di Accoglienza Straordinaria (CAS) di Bresso, che è anche hub regionale della Lombardia, dove transitano circa 3.500 migranti ogni mese, diretti verso i centri di accoglienza delle altre province lombarde. Gli ospiti stanziali sono circa 375, di 25 nazionalità diverse e di età compresa per lo più tra i 18 e i 26 anni.

 

Come nelle altre strutture della Croce Rossa Italiana anche qui si provvede a garantire pasti caldi e alloggio, a distribuire indumenti e kit igienici di prima necessità, e a offrire servizio di ambulatorio, con visite mediche, screening e profilassi, ma anche accessi alle strutture ospedaliere e supporto psicologico quando necessario. Per favorire l’inclusione sociale si organizzano corsi d'italiano, lezioni formative di primo soccorso, ma anche tornei con le associazioni sportive locali e attività ricreative. Con l’aiuto di mediatori culturali e operatori specializzati, la Croce Rossa si preoccupa inoltre di preservare l’unità dei nuclei familiari attraverso il servizio di RFL, favorendo la riunificazione delle famiglie.
 

Pubblicato in News

 

DSC_2021White goods for Red Cross è il progetto ideato da Whirlpool Corporation e dalla Croce Rossa Italiana per offrire un aiuto concreto all’attività di accoglienza dei migranti in Italia e in Europa. L’iniziativa, per la quale il 27 febbraio è stato firmato un protocollo d’intesa a Roma, presso la sede della Croce Rossa Italiana, prevede che Whirlpool attrezzi, in maniera completa e professionale, i centri di accoglienza CRI di Roma, Milano-Bresso e Ventimiglia. Successivamente, il Gruppo donerà anche ad altri centri di accoglienza gestiti da CRI un elettrodomestico in base alle specifiche necessità.

 

“Sono personalmente orgogliosa, come Presidente di Whirlpool Corporation per l’area Europa, Medio Oriente e Africa, di poter annunciare l’inizio di questa collaborazione con la Croce Rossa Italiana, in linea con la nostra tradizione di prenderci cura delle persone e delle comunità laddove siamo presenti”, ha dichiarato Esther Berrozpe, Presidente di Whirlpool EMEA e Vice Presidente Esecutivo di Whirlpool Corporation, al termine della cerimonia di firma del protocollo. “White goods for Red Cross è nato per offrire un aiuto concreto all’emergenza umanitaria dei migranti che ha investito negli ultimi mesi l’Italia e l’Europa”.

 

FOTO_1Attualmente si stima che nel mondo siano 73 milioni le persone migranti, di cui 43 hanno lasciato la propria casa a causa di conflitti e violenze, 15 milioni in seguito a disastri e calamità naturali e altri 15 a causa di cambiamenti economici nel proprio paese.

Nel 2014 sono arrivate in Italia 170.100 persone (tra cui 26.122 minori). Di queste, quasi 107.000 tra uomini, donne e minori hanno viaggiato attraverso il Paese diretti altrove. Si tratta dei cosiddetti “migranti in transito” che non hanno la possibilità di accedere ai servizi sanitari e sfuggono a ogni sorveglianza medica, tranne quella svolta nel porto di arrivo o lungo il loro percorso, per esempio nei centri che CRI ha allestito a Roma e a Ventimiglia proprio per rispondere a questo fenomeno.

 

Nel 2015 La Croce Rossa Italiana ha accolto allo sbarco oltre 143.000 persone migranti, garantendo la presenza di 2700 volontari, mentre sono 150.000 i migranti totali approdati in Italia nell’anno appena trascorso (in Europa si arriva al milione di persone).

Come ampiamente previsto, anche nei primi giorni del 2016 non si sono interrotti gli sbarchi sulle nostre coste, nonostante le condizioni climatiche poco favorevoli. Dall’inizio dell’anno a oggi le persone sbarcate e assistite dalla Croce Rossa in Sicilia sono circa 2600.

 

FOTO_3Con i suoi 130mila volontari la CRI è presente in modo capillare in tutta Italia, dallo sbarco all’accoglienza, prestando, insieme al Ministero della Salute, assistenza sanitaria e garantendo supporto psicosociale e linguistico. Attraverso il servizio di RFL (Restoring Family Link), si occupa inoltre di cercare le persone scomparse e di riunificare i nuclei familiari separati durante il viaggio in mare o sul territorio italiano.

Questo stesso tipo di assistenza completa viene garantita da operatori e volontari CRI anche nei circa 70 centri di accoglienza dislocati in tutta Italia, che nel 2015 hanno accolto quasi 4.000 persone.

 

“Nell’ultimo anno”, ha dichiarato il Presidente nazionale della Croce Rossa Italiana Francesco Rocca, “abbiamo incrementato la nostra forza sul campo e migliorato la nostra capacità di risposta a questa crisi. Questo sforzo ci è stato riconosciuto, tanto da poter contare sull’aiuto e sul contributo di diverse realtà come Whirlpool, cui siamo particolarmente grati per la solidarietà offerta e per l’aiuto concreto che ci è di grande supporto, viste le difficoltà da affrontare quotidianamente. Come Croce Rossa Italiana continueremo a far sentire forte la nostra voce per mettere al centro l’essere umano, ma allo stesso tempo mi auguro di poter continuare a contare su collaborazioni efficaci come quella siglata stamattina”.

 

I primi centri interessati dall’iniziativa sono: Roma, dove dall’estate scorsa sono transitate più di 2.500 persone, prima nel campo allestito nei pressi della stazione Tiburtina, ora nella struttura di via del Frantoio; Bresso (Milano) nel Centro di Formazione ed Emergenza in cui è operativo anche l’hub della Lombardia, dove transitano circa 3.500 migranti al mese; Ventimiglia (Imperia), dove dal giugno scorso la Croce Rossa sta assistendo quotidianamente circa 200 migranti in transito verso il Nord Europa.

 

 

Pubblicato in News
  Arrivi Bresso (Foto Gaetano Datola)Sabato 28 novembre alle 21.00, presso il Teatro OSGB di Via La Farina 15 (Milano), i temi dell’immigrazione, delle barriere comunicative e politiche, e delle prospettive per una nuova società saranno al centro di un dibattito animato da esperti, volontari e rappresentanti di associazioni che operano sul campo.   Come vengono descritti i flussi migratori? Quale impatto hanno su di noi? Quali sono le prospettive per la nostra società? In un contesto cittadino, nazionale e mondiale sempre più sfaccettato e complesso, è necessaria una riflessione seria su queste e altre domande, prima di cedere alla paura, all’insicurezza e alla chiusura.   Mediatore della serata Il coraggio di Accogliere, promossa dall’associazione "Il mondo è la mia casa", sarà Davide Parozzi, giornalista di ”Avvenire”. Scuola italiano BressoSono previsti gli interventi del dott. Alberto Rossi, presidente dell’associazione “Il caffè geopolitico”, che farà una panoramica sui flussi migratori e sulle rotte più battute; a seguire, il dott. Maurizio Ambrosini, docente di Sociologia presso l’Università degli Studi di Milano, con un approfondimento sui riflessi del fenomeno della migrazione sulla nostra società e un focus sulla differenza tra la sua percezione e l'effettiva realtà. Il dott. Fiorenzo De Molli, responsabile dell’area accoglienza ed emergenze “Casa della Carità”, analizzerá la situazione dalla prospettiva dell'accoglienza concreta sul territorio lombardo, mentre la dott.ssa Caterina Carnovale, responsabile dello sviluppo associativo presso il Comitato di Milano della Croce Rossa, illustrerà le attività di sostegno a profughi e migranti, con un excursus sull’esperienza di accoglienza dell'Associazione dagli inizi fino ad oggi.   La tavola rotonda è aperta al dialogo e a chiunque voglia condividere la propria opinione su un tema così attuale e delicato. Per ulteriori informazioni sull’evento: info@ilmondolamiacasa.it. 
Pubblicato in News

RichiedentiAsilo_Bresso2015_Giannetti_014Il Comitato Provinciale di Milano partecipa all’evento TechFugees Italy, organizzato dall’incubatore d’impresa H-Farm Ventures, che si terrà a Roncade (Tv) il 5 e 6 novembre prossimi.

 

TechFugees Italy è l’edizione italiana della medesima iniziativa, che ha avuto luogo a Londra nell’ottobre scorso con lo scopo di riunire le migliori risorse della community tecnologica europea e sviluppare soluzioni utili e innovative a favore dei migranti e richiedenti asilo, su richiesta di operatori del settore no profit attivi nel fronteggiare i problemi legati all’intensificarsi dei flussi migratori.

 

Momento di ritrovo per programmatori, designer, startupper e operatori umanitari, TechFugees Italy inizierà la sera del 5 novembre con un hackathon, maratona di sviluppo di idee nel corso della quale i partecipanti, stimolati dai rappresentanti di tre organizzazioni quotidianamente “sul campo” (Croce Rossa Italiana-Comitato Provinciale di Milano, Save the Children e Intersos), cercheranno di sviluppare idee innovative, di aiuto effettivo per i migranti e richiedenti asilo o per coloro che operano in loro favore. Il giorno successivo, 6 novembre, sarà invece dedicato a panel di approfondimento su tematiche sociali legate all’emergenza migranti, con una conferenza in cui porteranno la propria testimonianza le associazioni umanitarie coinvolte nel progetto. 

 

La Croce Rossa di Milano parteciperà alla prima fase, sottoponendo alla platea di startupper un’esigenza specifica, nata dal contatto quotidiano con gli ospiti dei suoi centri di accoglienza, e chiedendo di sviluppare una possibile soluzione. Ma sarà presente anche alla seconda, la conferenza del 6 novembre, portando la sua testimonianza nella gestione dell’emergenza dei migranti e richiedenti asilo. Sull’argomento si confronteranno startup locali e internazionali, come What3Words, e ospiti autorevoli, primo fra tutti il senatore Luigi Manconi, Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani.

                                               

"Abbiamo deciso di replicare in Italia l'iniziativa TechFugees londinese, perché sicuri possa essere un evento di grande impatto. Da una parte perché esistono organizzazioni che sul campo ogni giorno si impegnano per la protezione e la salvaguardia dei migranti, e dall'altra perché abbiamo tanti talenti nel mondo delle startup e della tecnologia che possono favorire soluzioni pratiche”, dichiara Benedetta Arese Lucini, organizzatrice di TechFugees Italy. “La sensibilizzazione al tema e l'opportunità di far collaborare questi due mondi tramite hackaton e worskshop è un'ottima occasione per illustrare ancora una volta come la tecnologia e la mobilitazione dal basso possono spesso creare soluzioni che arrivano lontano”.

 

La partecipazione all’evento è gratuita.
Per registrarsi: www.eventbrite.it

 

Programma e aggiornamenti:
www.h-farmventures.com/techfugees-italy
www.facebook.com/events

Pubblicato in News

Il Centro Nazionale CRI di Bresso (CNF) non è solo formazione, ma anche punto di incontro tra Società Nazionali consorelle e crocevia di idee e progetti di cooperazione. Proprio al CNF, martedì 20 ottobre, i volontari del Comitato Provinciale di Milano e l’Ispettorato Provinciale delle Infermiere Volontarie hanno condiviso intensi momenti di confronto e scambio reciproco di informazioni sul tema dei richiedenti asilo con una delegazione di 15 esponenti della Società nazionale Nordland Røde Kors.

 

Ai rappresentanti della Croce Rossa norvegese è stata illustrata la struttura della CRI e, successivamente, si è passati ad affrontare il tema delle migrazioni e la conseguente attuale emergenza, osservandone le dinamiche al fine di sviluppare in modo efficace l’azione sui rispettivi territori. L’incontro è proseguito con una visita al centro di Bresso e un focus sugli aspetti logistici e organizzativi dell’attività di accoglienza.

 

Coerentemente con la storica espressione “Tutti fratelli”, pronunciata dal padre fondatore della Croce Rossa, Henry Dunant, due società consorelle territorialmente distanti hanno ancora una volta dimostrato che non c’è barriera alla collaborazione e al reciproco aiuto. 

Pubblicato in News

 

Vivi per un giorno intero la vita di un migrante in fuga, tra difficoltà, barriere e privazioni. Riuscirai a superare gli ostacoli, gestire la pressione e oltrepassare i confini? Accetta la sfida, iscriviti ora!

  

 

COS’È LO "YOUTH ON THE RUN"

Lo "Youth On The Run" è un gioco di ruolo ideato nei primi anni '90 dall'insegnante danese Steen Cnops Rasmussen con l’obiettivo di far comprendere ai giovani la situazione di vulnerabilità dei richiedenti asilo e dei rifugiati che sono costretti a fuggire dal proprio Paese a causa di persecuzioni o guerre.

 

IN COSA CONSISTE

Il role play è basato sull’interazione tra partecipanti (che si immedesimano nelle persone migranti) ed istruttori (che interpretano diversi personaggi che i rifugiati incontrano durante il loro lungo viaggio).

Per 24 ore, ai partecipanti verrà attribuita una nuova identità al fine di simulare la fuga delle loro famiglie dalla Somalia. Durante la simulazione, i partecipanti affronteranno vari ostacoli, uguali o molto simili a quelli che i migranti incontrano durante il loro viaggio. L’obiettivo finale è quello di raggiungere l’Italia e ottenere l’asilo.

 

QUANDO E DOVE

Il gioco di ruolo si svolgerà nei giorni 8 e 9 dicembre 2016 presso la sede del Parco delle Groane, in via della Polveriera 2 a Solaro (Mi).

Gli arrivi sono previsti entro e non oltre le ore 9 dell'8 dicembre e le partenze dovranno avvenire dopo le ore 16 del 9 dicembre. Su richiesta saranno disponibili le navette dalla sede CRI di Milano alla sede del Parco delle Groane.

Sabato 3 dicembre alle ore 16.00 presso la sede della Croce Rossa di Milano, in Via Marcello Pucci 7, si terrà la giornata informativa e di preparazione al gioco di ruolo. 

 

COME ISCRIVERSI

Youth on the Run è aperto a 25 giovani dai 15 ai 32 anni di Milano e provincia.

L’iscrizione dovrà avvenire attraverso la compilazione del form al link qui sotto indicato entro il 28 novembre 2016.

 

MODULO DI ISCRIZIONE

https://goo.gl/forms/YvxHYZg1oxdNIMd33

 

PER INFORMAZIONI

youthontherun@crimilano.it

 

[embed]https://www.youtube.com/watch?v=yTfefjjkqjo[/embed]

  

Pubblicato in News

 

volantino evento calcio Comune di BressoVenerdì sera alle ore 20.30, presso lo stadio di via Deledda a Bresso (Mi), si gioca la finalissima del torneo Nelson Mandela, organizzato dall’Amministrazione comunale insieme alla Croce Rossa e ad associazioni e società sportive della città.

“Diamo un calcio ai pregiudizi”. Questo il significativo slogan del torneo, nato come occasione di integrazione e solidarietà per i richiedenti asilo ospiti del centro accoglienza temporanea Cri di via Clerici.

“Lo sport è un grande veicolo di partecipazione sociale”, ha dichiarato il sindaco di Bresso Ugo Vecchiarelli, sottolineando il valore simbolico ed effettivo di questo genere di eventi, che costituiscono un primo passo nel percorso di inserimento dei migranti nella società bressese, con attività di carattere civile utili alla collettività.

 

Non a caso, le sei squadre che hanno partecipato al torneo hanno i nomi di sei grandi personaggi storici che si sono battuti per la libertà, l’uguaglianza, i diritti civili e la cultura della non violenza: Gandhi, Martin Luther King, Rosa Parks, Malala, Samia e Tahar Ben Jelloun.

 

Dopo le partite di qualificazione, giocate mercoledì 9 settembre, siamo quindi alla conclusione. La finalissima di venerdì sarà seguita dalla premiazione della squadra vincitrice alla presenza del Prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca.

 

Scarica la locandina

 

Pubblicato in News

 

InvitoA4mailLa Croce Rossa di Milano partecipa alla X edizione del Photofestival, manifestazione diffusa in modo capillare in tutta l’area metropolitana che coinvolge gallerie d’arte, spazi espositivi ed edifici storici, e che quest’anno, col sottotitolo “Dire, Fare, Mangiare”, si confronta con i contenuti dell’Esposizione Universale.

 

Attraverso gli scatti di Massimo Allegro si racconta il tema della fame, intesa come estrema necessità (di affetto, riconoscimento, sorrisi, libertà e infine di cibo), di cui Croce Rossa è quotidianamente testimone.

Il reportage dell’autore è la voce di un “mondo a parte”, poco visibile ma spesso vicinissimo. Un mondo denso di storie, di valori e di persone, che interseca ogni giorno la rete della solidarietà. Con sguardo sensibile e partecipe, Allegro ritrae i momenti in cui le strade dei volontari incrociano le emergenze sociali, sfiorano percorsi umani, individuali o collettivi, di sofferenza e di speranza. L’intento non è mostrarne il dramma, ma la ricchezza umana.

 

Attraverso il medium della Croce Rossa milanese, si entra in luoghi inconsueti, in territori idealmente lontani, dove è costante la presenza del volontariato e dove l’estremo disagio, la nuova povertà, i flussi migratori non sono “cronaca”, ma aiuto quotidiano. I migranti, che passano il mare per avere accoglienza; il bisogno di stabilità e relazioni dei senza dimora; le lunghe file di chi cerca pane, vestiti e generi di prima necessità; gli ospedali, dove è importante trovare un sorriso. Ma le immagini narrano anche altro: segreti, pensieri inconfessati, progetti futuri per uscire dal “mondo parallelo”. Accanto c’è la vita normale, che non può scorrere ignara.

 

Milano. Sguardi di solidarietà
di Massimo Allegro, a cura di Roberto Mutti
Inaugurazione 15 settembre 2015, h 19.00-22.00
Fino al 30 settembre | Mer-dom 11-13 e 14-19 | Ven 25 fino alle 22
Attenzione: ven 18, sab 19 (mattina) e sab 26 chiuso

c/o sede Cri di Via Marcello Pucci 7
tel. 02 3883 – 320 1807203
ufficiostampa@crimilano.it

 

Si ringraziano:
Comitato organizzativo del Photofestival
Pane Quotidiano (www.panequotidiano.eu)
Luigi Montuoro - Stampa Fine Art 

 

Scarica la locandina

Pubblicato in News