Martedì, 28 Luglio 2020 10:27

Covid-19, il report delle attività giugno-luglio

(Foto: Ansa) (Foto: Ansa)

La Croce Rossa di Milano è impegnata a rispondere alle richieste di aiuto e ai bisogni del territorio per l'emergenza Covid-19. In questo bollettino bimestrale vengono illustrate schematicamente le attività sanitarie e di assistenza alla popolazione nelle quali sono impegnati tutte le risorse del Comitato di Milano: i volontari e gli operatori, il Corpo delle Infermiere Volontarie e il Corpo Militare Volontario. Il presente bollettino copre l’arco temporale corrispondente ai primi due mesi della cosiddetta “Fase 3” dell’emergenza, corrispondente ai due mesi di giugno e luglio.

Indice del bollettino:
- Sala Operativa Locale (SOL) | Numeri e attività
- Operazioni sanitarie | Numeri e attività
- Operazioni di assistenza alla popolazione e attività sociali | Numeri e attività
- Rassegna stampa


 SALA OPERATIVA LOCALE - SOL 

 
  •   241 Richieste di aiuto per pacchi viveri                                                 
  •     42 Richieste di assistenza domiciliare


La Sala Operativa Locale (SOL) ha registrato un notevole calo dell’operatività in emergenza e delle richieste di aiuto ricevute dai cittadini. In totale sono state 283 le richieste di aiuto pervenute tra giugno e luglio, per la maggior parte si tratta di richieste di pacchi viveri e servizi alla persona come consegna farmaci e spesa a domicilio.

 OPERAZIONI SANITARIE 

 
  •   397 Soccorsi sanitari ordinari in emergenza
      341 Soccorsi sanitari in emergenza con ambulanza H12                     
  •   157 Trasferimenti secondari sanitari in sicurezza  
  •   519 Prestazioni ambulatoriali
      620 Cittadini formati sul primo soccorso
  •     13 Assistenze sanitarie a San Siro
  •     13 Scuole supportate per Maturità 2020
  •       3 Presidi medici attivati presso strutture terze
  •   270 Ore di soccorso socio-sanitario a Rogoredo 


Prosegue nella “Fase 3” l’attività di soccorso sanitario ordinario e supplementare, con un'
ambulanza aggiuntiva H12 a disposizione dell'Azienda Regionale Emergenza-Urgenza, che ha effettuato 341 soccorsi. I soccorsi sanitari ordinari sono stati invece 397. Si intensificano inoltre i trasporti sanitari semplici, espletati sia con ambulanze che con automezzi volti a portare persone da e verso ospedali e cliniche o trasferirle in strutture di accoglienza. In totale sono 157 i trasporti effettuati in sicurezza, molti dei quali anche di pazienti Covid-positivi e richiesti dal Centro Operativo Comunale di Milano.

Presso l’HUB di Linate, il centro che ospita i pazienti Covid-19 in via di guarigione, gestito dal Comitato Regionale CRI della Lombardia, sono stati impiegati 8 volontari del Comitato di Milano, tra cui anche Infermiere Volontarie e personale del Corpo Militare Volontario, per attività di assistenza, accoglienza e supporto agli ospiti della struttura.

Presidi sanitari sono stati inoltre richiesti da organizzazioni del territorio e aziende, tra queste, ad esempio, Vodafone (per il presidio del Vodafone village) e la società di produzione Endemol, che ha scelto Croce Rossa Milano per garantire il controllo della temperatura corporea al personale impiegato sui set televisivi. La collaborazione attivata nelle prime settimane dell’emergenza con il rifugio Caritas di via Sammartini è terminata a luglio, mentre il presidio per rafforzare il filtro sanitario presso le docce pubbliche di via Baggio è tutt’ora in corso.

Con l’inizio del campionato di calcio, la Croce Rossa di Milano è tornata a effettuare l’assistenza sanitaria presso lo stadio Meazza (San Siro), dove, sotto il coordinamento dell’Ospedale San Raffaele, e in collaborazione con altre organizzazioni di volontariato, garantisce il rispetto delle norme di prevenzione e contenimento dell’epidemia, nonché l’assistenza sanitaria sia ai giocatori che agli addetti ai lavori. Nonostante gli incontri si tengano a porte chiuse, nel corso di 13 partite, sono stati comunque effettuati alcuni interventi sanitari, tra cui una ospedalizzazione.

La Croce Rossa si è confermata a livello italiano un’organizzazione capace di fornire supporto a 360 gradi alle istituzioni, tanto da riuscire a garantire il supporto al Ministero dell’Istruzione per rispetto delle norme di prevenzione durante gli esami di maturità. A Milano, la Croce Rossa è stata presente in 14 scuole, dove sono stati impiegati 131 volontari CRI, di cui 60 volontari temporanei, che durante i giorni della maturità hanno aiutato studenti e professori a rispettare le corrette procedure sanitarie. 

A partire da giugno sono inoltre ripresi gradualmente i corsi di formazione alla popolazione, anche in modalità online. Oltre a essere ripresi e completati 15 corsi iniziati prima della pandemia, sono stati attivati 12 nuovi corsi di formazione a distanza, e 11 in presenza, quest’ultimi per lo più per le realtà aziendali. In totale sono stati formati oltre 620 cittadini

L’ambulatorio medico-infermieristico di via Pucci, aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12, mantiene costante il numero di prestazioni sanitarie erogate, 519 in totale tra giugno e luglio.

CRI Milano ha inoltre supportato sul territorio di Milano l'indagine nazionale sulla sieroprevalenza Covid-19. Sono 96 i prelievi domiciliari forniti dai volontari di Milano a persone fragili e a pazienti in quarantena che non potevano recarsi ai punti prelievo.

Rimane invariato il servizio di soccorso socio-sanitario (mar/sab, 15-21) a persone tossicodipendenti presso il boschetto di Rogoredo, in rete con l’ATS Città Metropolitana di Milano e con diverse associazioni e cooperative sociali attive nell’area delle dipendenze.

 OPERAZIONI DI ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE E ATTIVITÀ SOCIALI 

 

 190 Aiuti alimentari a famiglie in difficoltà
     6 Consegne di farmaci a domicilio
   48 Uscite Unità di strada per l'assistenza alle persone senza dimora 
   18 Uscite Unità di strada specialistiche medica, educativa e psicologica      
   13 Visite mediche a persone senza dimora  
     8 Incontri di gruppo svolto da remoto per Gioco Azzardo Patologico
   21 Visite odontoiatriche per progetto Sorriso
   79 Tonnellate di cibo raccolte nei supermercati


I numeri del bimestre di riferimento raccontano di un'emergenza sociale ancora attiva, sebbene normalizzata rispetto alle settimane più critiche del lockdown. Sono 190 le famiglie a cui sono stati consegnati pacchi viveri nel periodo giugno-luglio, a cui si aggiungono quelle assistite tramite il Dispositivo di Aiuto Alimentare. Diminuite drasticamente anche le richieste per i servizi di assistenza domiciliare come il Pronto spesa e il Pronto farmaco.

Presso il Polo Logistico di Segrate, volontari, volontari temporanei e operatori, lavorano tutti i giorni per movimentare e gestire i generi di prima necessità per le famiglie in difficoltà. Dopo intensi mesi di attività, con più di 616 tonnellate di cibo donate a 6.637 famiglie, a luglio è terminato il Dispositivo Aiuto Alimentare del Comune di Milano. La Croce Rossa di Milano ha garantito la movimentazione di oltre 350 tonnellate di generi alimentari, corrispondenti a circa 900mila pasti. Nell’ambito del programma AGEA, 42 associazioni beneficiarie hanno ricevuto da CRI Milano 100 tonnellate di viveri destinati a persone indigenti a Milano.

A luglio si è conclusa positivamente la collaborazione con Esselunga che ha permesso di raccogliere 77 tonnellate di generi alimentari presso due punti vendita. Ad oggi, rimangono attive ulteriori 9 raccolte alimentari presso punti vendita di Coop Lombardia

Sul fronte dell’assistenza alle persone senza dimora, le Unità di Strada della CRI Milano continuano il lavoro in collaborazione con altri Comitati CRI della provincia. Da giugno fino a metà luglio, sono stati consegnati 580 pasti caldi in 48 uscite serali. Anche le Unità di Strada specialistiche hanno proseguito l’attività di assistenza medica, psicologica ed educativa, con ulteriori 18 uscite.

L’allentamento delle misure restrittive legate all'emergenza ha permesso inoltre di ricominciare i corsi professionalizzanti per persone rifugiate e richiedenti asilo. In particolare sono stati completati 3 corsi iniziati prima del lockdown, che hanno coinvolto 45 persone, e ne è stato attivato un altro. In totale sono state 480 le ore di formazione erogate con partner esterni ed enti certificatori.

Sono riprese inoltre le visite odontoiatriche, 21 nel bimestre giugno-luglio, del progetto Sorriso, per la fornitura di cure dentali e protesi a persone in difficoltà economica.

Infine, anche in periodo di emergenza, rimane costante l’impegno della CRI Milano nel contrastare il Gioco d’Azzardo Patologico, con l’organizzazione di 8 incontri online, e uno in presenza, tra operatori CRI e beneficiari.

 RASSEGNA STAMPA 


- Stazione Centrale, controlli e partenze regolari, Corriere Milano

- Bimba nasce sull'ambulanza: il racconto dei soccorritori, MilanoToday

- Hub alimentari: Donati oltre 600 tonnellate alimenti alle famiglie, Avvenire Milano

- Sperimentazione dell’app StreetMath, Repubblica Milano

- Volontari Cri a Puliamo il Mondo, Via Padova, Il Giorno Milano

- La collaborazione con il Dispositivo Aiuto Alimentare, articolo sul sito del Comune Milano


 

.DONA ORA!.

Grazie a te, CRI Milano non si ferma

Quote raccolta fondi 1

Quote raccolta fondi 2

Quote raccolta fondi 3

Quote raccolta fondi 4